Gli animalisti e il liberismo

Percepisco una strana sensazione in me quando vedo o sento determinate cose. Queste cose riguardano un fenomeno sempre più evidente sotto gli occhi di tutti alimentato,forse,dai social network. Si tratta dell’ostentato amore per gli animali. A volte sembra che si faccia a gara a chi ama di più questo o quell’altra bestiola e più la bestiola è bruttina o malaticcia e più è ammirevole l’amore dato. Queste persone di solito odiano gli animalisti modaioli quelli che comprano animali buffi, simpatci ma che costano un occhio della testa,giustamente il prezzo dipende dalla domanda. A volte alla domanda ”ma tu non ami gli animali?” se il tuo SI! non è pieno di emozione ti guardano strano,figuriamoci se gli rispondi ”no,puzzano,sporcano casa e poi non ho tempo per portarli a spasso” Norimberga per te sarebbe vicina.
Questa vergogna dovuta dal non essere ”come loro” è simile a quella vergogna stile peccato originale che ti fa nascere già con i casini;in Italia c’è anche il peccato originale del debito pubblico che narra del povero bambino italiano che alla nascita ha un tot di mila euro di debito,storiella fantasiosa tanto cara agli europeisti che sanno di far leva su un popolo che è, ci piaccia o meno, fondamentalmente cattolico. La classe politica sia di governo che di opposizione usa spesso la paura come mezzo per ottenere ciò che vuole. Cosa imparata ,neanche tanto bene, dalla chiesa che ha usato questi mezzi per secoli (il peccato/debito ecc ecc..)
Ovviamente ora c’è anche la moda vegana e non puoi dire in pubblico tranquillamente che mangi carne 6 volte a settimana come non puoi dire che sei a favore delle frontiere o sei contro l’adozione gay,in quel caso la tua ombra prende una forma strana simile a una svastica e inizi a diventar biondo. Poi se pensi che i mass media stiano usando l’omosessualità in un modo altamente offensivo per i gay,che l’ostentazione ,la promozione di certi personaggi che costruiscono un’immagine pubblica solo grazie alla loro omosessualità e ovviamente furbizia (luxuria e vendola si sono costruiti una carriere politica solo grazie al loro ”essere diversi” ”perchè fa tanto paese civile e moderno accettare dei diversi”) celi,in realtà, un discorso molto più profondo e crudele altro che tolleranza, anche perchè la parola tolleranza non è affatto una bella parola. Se io ti tollero è perchè mi reputo superiore a te e di certo con questo pensiero non si va lontano,e il giorno che mi servirà un nemico per unire la maggioranza saprò dove guardare visto che sei venuto allo scoperto grazie alla mia tolleranza iniziale. Beh ,se pensi tutto questo in un Paese di ”brave persone” che non pensano e non devono pensare oltre un certo confine sei una merda e ti vergogni prima ancora di dire certe cose. Bene. Bene?
Tornando agli animali ,spesso sentiamo la frase evergreen che chi l’ha detta la prima volta dovrebbe chiedere i diritti d’autore ”gli animali sono meglio delle persone”, grazie non parlano e non ti possono mandare a fanc.. e non hanno un cervello abbastanza sviluppato da poter pianificare il male o un altro punto di vista del bene,vivono di istinti come facevamo noi quando eravamo sopra gli alberi e ci spulciavamo a vicenda (bei tempi).
Questo attaccamento agli animali non è una reazione all’ideologia ri-nata nella metà degli anni 70 e che oggi sta facendo vedere la sua parte più feroce?(almeno spero sia questa) La filosofia liberista ci vuole più efficienti quindi più veloci,più scaltri,più preparati, più insensibili (la debolezza rallenta) più soli (un figlio costa troppo, una moglie rompe i coglioni e poi ti chiedi il divorzio e poi so soldi!) quindi fatti un cane!Vuoi mettere un essere che ti dà amore incondizionato che ti fa le feste ogni volta che ritorni a casa (non come il/la tuo/a partner).
Il liberismo,globalismo o come lo si vuol chiamare preferisce la persona sola perchè è più fragile e più cattiva quindi utile allo scopo, a volte fare enormi profitti (profitti/potere) equivale a far soffrire molte persone.
Ma se preferiamo esser soli perchè ci serve un animale in casa? Perchè possiamo cambiare il nostro modo di veder le cose le nostre abitudini,convincerci che sia giusto far cose che in realtà son sbagliate ma è difficile cambiare la nostra natura di esseri socievoli,abbiamo bisogno di qualcuno vicino,anche se non parla.
Perchè sbraitiamo per un cucciolo abbandonato invocando la pena di morte al proprietario e non facciamo una piega per i 6 milioni (6.000.000) di poveri in Italia a parte lamentarci al bar o davanti la tv? Gli animali sono indifesi e invece le persone,se vogliono, possono difendersi e migliorare le proprie condizioni di vita? Siamo sicuri?
Per fortuna a molti non piace vincere facile e ,amando comunque gli animali, confidano ancora nel genere umano,pensano ancora che l’unione faccia la forza e che le cose possano cambiare in meglio.
Sono sicuro che chi si reputa animalista e ha un cervello funzionante non si senta offeso da queste parole né tanto meno gli omosessuali che di sicuro si sono posti il mio stesso dubbio sull’uso improprio da parte dei media del loro modo di essere ( se qualcuno si offende pazienza, l’intelligenza è una cosa che prescinde dalle preferenze sessuali o se ti piacciono o meno gli animali vivi o in un piatto che sia).
Lo scrittore Michel Houellebecq ha descritto meglio ciò che intendo in un romanzo ambientato in un lontano futuro in cui gli uomini,sostituendo le religioni esistenti, virano verso la venerazione della scienza e della clonazione. Tutti soli ognuno nel proprio appartamento, avendo rimediato al problema riproduzione sessuale grazie al progresso scientifico non ci sono momenti di socializzazione a parte la possibilità di chattare al computer. Anche in questo caso,nonostante tutto, il clone ha bisogno di un animale domestico per compensare la mancanza di un rapporto con un altro essere umano.
Restiamo umani che ci fa bene, possiamo comunque continuare ad amare gli animali non ce lo vieta nessuno.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in BENE, Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...