Gli animalisti e il liberismo

Percepisco una strana sensazione in me quando vedo o sento determinate cose. Queste cose riguardano un fenomeno sempre più evidente sotto gli occhi di tutti alimentato,forse,dai social network. Si tratta dell’ostentato amore per gli animali. A volte sembra che si faccia a gara a chi ama di più questo o quell’altra bestiola e più la bestiola è bruttina o malaticcia e più è ammirevole l’amore dato. Queste persone di solito odiano gli animalisti modaioli quelli che comprano animali buffi, simpatci ma che costano un occhio della testa,giustamente il prezzo dipende dalla domanda. A volte alla domanda ”ma tu non ami gli animali?” se il tuo SI! non è pieno di emozione ti guardano strano,figuriamoci se gli rispondi ”no,puzzano,sporcano casa e poi non ho tempo per portarli a spasso” Norimberga per te sarebbe vicina.
Questa vergogna dovuta dal non essere ”come loro” è simile a quella vergogna stile peccato originale che ti fa nascere già con i casini;in Italia c’è anche il peccato originale del debito pubblico che narra del povero bambino italiano che alla nascita ha un tot di mila euro di debito,storiella fantasiosa tanto cara agli europeisti che sanno di far leva su un popolo che è, ci piaccia o meno, fondamentalmente cattolico. La classe politica sia di governo che di opposizione usa spesso la paura come mezzo per ottenere ciò che vuole. Cosa imparata ,neanche tanto bene, dalla chiesa che ha usato questi mezzi per secoli (il peccato/debito ecc ecc..)
Ovviamente ora c’è anche la moda vegana e non puoi dire in pubblico tranquillamente che mangi carne 6 volte a settimana come non puoi dire che sei a favore delle frontiere o sei contro l’adozione gay,in quel caso la tua ombra prende una forma strana simile a una svastica e inizi a diventar biondo. Poi se pensi che i mass media stiano usando l’omosessualità in un modo altamente offensivo per i gay,che l’ostentazione ,la promozione di certi personaggi che costruiscono un’immagine pubblica solo grazie alla loro omosessualità e ovviamente furbizia (luxuria e vendola si sono costruiti una carriere politica solo grazie al loro ”essere diversi” ”perchè fa tanto paese civile e moderno accettare dei diversi”) celi,in realtà, un discorso molto più profondo e crudele altro che tolleranza, anche perchè la parola tolleranza non è affatto una bella parola. Se io ti tollero è perchè mi reputo superiore a te e di certo con questo pensiero non si va lontano,e il giorno che mi servirà un nemico per unire la maggioranza saprò dove guardare visto che sei venuto allo scoperto grazie alla mia tolleranza iniziale. Beh ,se pensi tutto questo in un Paese di ”brave persone” che non pensano e non devono pensare oltre un certo confine sei una merda e ti vergogni prima ancora di dire certe cose. Bene. Bene?
Tornando agli animali ,spesso sentiamo la frase evergreen che chi l’ha detta la prima volta dovrebbe chiedere i diritti d’autore ”gli animali sono meglio delle persone”, grazie non parlano e non ti possono mandare a fanc.. e non hanno un cervello abbastanza sviluppato da poter pianificare il male o un altro punto di vista del bene,vivono di istinti come facevamo noi quando eravamo sopra gli alberi e ci spulciavamo a vicenda (bei tempi).
Questo attaccamento agli animali non è una reazione all’ideologia ri-nata nella metà degli anni 70 e che oggi sta facendo vedere la sua parte più feroce?(almeno spero sia questa) La filosofia liberista ci vuole più efficienti quindi più veloci,più scaltri,più preparati, più insensibili (la debolezza rallenta) più soli (un figlio costa troppo, una moglie rompe i coglioni e poi ti chiedi il divorzio e poi so soldi!) quindi fatti un cane!Vuoi mettere un essere che ti dà amore incondizionato che ti fa le feste ogni volta che ritorni a casa (non come il/la tuo/a partner).
Il liberismo,globalismo o come lo si vuol chiamare preferisce la persona sola perchè è più fragile e più cattiva quindi utile allo scopo, a volte fare enormi profitti (profitti/potere) equivale a far soffrire molte persone.
Ma se preferiamo esser soli perchè ci serve un animale in casa? Perchè possiamo cambiare il nostro modo di veder le cose le nostre abitudini,convincerci che sia giusto far cose che in realtà son sbagliate ma è difficile cambiare la nostra natura di esseri socievoli,abbiamo bisogno di qualcuno vicino,anche se non parla.
Perchè sbraitiamo per un cucciolo abbandonato invocando la pena di morte al proprietario e non facciamo una piega per i 6 milioni (6.000.000) di poveri in Italia a parte lamentarci al bar o davanti la tv? Gli animali sono indifesi e invece le persone,se vogliono, possono difendersi e migliorare le proprie condizioni di vita? Siamo sicuri?
Per fortuna a molti non piace vincere facile e ,amando comunque gli animali, confidano ancora nel genere umano,pensano ancora che l’unione faccia la forza e che le cose possano cambiare in meglio.
Sono sicuro che chi si reputa animalista e ha un cervello funzionante non si senta offeso da queste parole né tanto meno gli omosessuali che di sicuro si sono posti il mio stesso dubbio sull’uso improprio da parte dei media del loro modo di essere ( se qualcuno si offende pazienza, l’intelligenza è una cosa che prescinde dalle preferenze sessuali o se ti piacciono o meno gli animali vivi o in un piatto che sia).
Lo scrittore Michel Houellebecq ha descritto meglio ciò che intendo in un romanzo ambientato in un lontano futuro in cui gli uomini,sostituendo le religioni esistenti, virano verso la venerazione della scienza e della clonazione. Tutti soli ognuno nel proprio appartamento, avendo rimediato al problema riproduzione sessuale grazie al progresso scientifico non ci sono momenti di socializzazione a parte la possibilità di chattare al computer. Anche in questo caso,nonostante tutto, il clone ha bisogno di un animale domestico per compensare la mancanza di un rapporto con un altro essere umano.
Restiamo umani che ci fa bene, possiamo comunque continuare ad amare gli animali non ce lo vieta nessuno.

Pubblicato in BENE, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

LA RICCHEZZA INDOTTA DA BARBARA D’URSO

se avete bisogno di soldi,fate sparire qualche vostro parente e create una situazione avvincente con testimoni coloriti che hanno bisogno di sottotitoli per farsi capire. Vedrete che mediaset e rai faranno a gara per avervi. Ovviamente non essendo delle persone famose non sapete un cazzo di cache e compensi quindi prendetevi un manager,anche familiare così vi dividete le spese. Una volta in tv non andate in gruppo, mandateci uno solo della famiglia. Il giorno dopo fate telefonare a un altro parente a un giornale,quello di signorini o il tizio con il parrucchino vanno benissimo, dicendo che il parente1 ha detto il falso e che è uno stronzo,il giornale vi vorrà fare un’intervista e pisciano soldi, poi vi chiamerà barbara d’urso o quarto grado o altre trasmissioni di very alto livello in cui andrà a parlare il parente1 appoggiato da parente3 o amico1 che confermerà che parente2 è uno stronzo pedofilo e li ci sarà il boom, mettici uno strupro o un pedofilo d mezzo lo share schizza in alto che manco lo spread co berlusconi. Da amici fate fare telefonate anonime a chi l’ha visto,trasmissione ormai di nicchia ma ha il suo perchè. continuate,con l aiuto del manager a fare questi intrecci di amici e parenti che si insultano a vicenda fin quando la gente che guarda non si ricorderà più per quale cazzo di morto state litigando continuate fin quando non ci sarà qualche altra famiglia che avrà lo stesso colpo di genio o la stessa ”sfiga” ma non vi preoccupate quando succederà avrete già un bel conto in banca.

Pubblicato in barbara d'urso, cultura, ITALIA, italiani, MALE, trash, tv | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

ROCKY E I COMUNISTI

In poche parole, ci hanno rincoglionito per 30 anni che all’estero
cagano in anfore d’oro, che la merda non puzza e che ci fanno
energia pulita e profumata. Noi alla fine ci credevamo mentre
guardavamo top gun e vedevamo tom cruise far il culo agli arabi
brutti e cattivi.Rocky intanto faceva il culo a quel comunista
brutto brutto di ivan drago. Iniziammo a sognar l’america mentre
facevano fuori in qualche settimana una intera classe politica
(causa corruzzzione il male del mondo) pure quella brutta e cattiva
e tutti sognavamo finalmente la modernità il salvatore liberista e
liberale che ci avrebbe fatto diventare tutti ammmericani.
Firmammo maastricht (per puuuuro caso a 10 giorni di distanza
dallo scoppio di tangentopoli) senza sapere che cazzo fosse ma un
amico di un amico ci disse che con quella firma non avremmo
avuto più guerre,come se avessimo finito una guerra 3 giorni
prima. ci fu un decennio,forse più, di curva nord contro curva sud,
le puttane e papponi da na parte che non volevano le tasse e i
professori e sindacalisti da n’altra che avevano,a detta loro, la
verità in tasca che parlavano di sto sogno europeo senza che
nessuno sapesse che cazzo fosse ,così si annuiva per darsi un
tono. Ma zitta zitta l’esterofilia aveva già bella che scavato nelle
anime dei poveri italiani ignari di che mazzata sarebbe arrivata da
li a qualche anno, tutto prevedibile e tutto previsto…ma a chi dare
la colpa? facile all’italiano stesso che ha fatto un fottio di debito
pubblico perchè è andato a zoccole e s è comprato la casa al mare
invece di non sprecare ( anche se le famiglie italiane sono tra le
prime risparmiatrici nel mondo, ma non si dice se no poi nn c
crede nessuno che la colpa è della finanza e di quei fenomeni
europeisti un po’ nazzzzistelli ),poi se scalfari, grandisssssimo
intelllettuale italiano invoca la troika per darci na bella addrizzata
a sti 4 stronzi italiani che non si lavano, come fai a non dargli
ragione?”se non vi mettete a pecora fate la fine della Grecia ..e a
letto senza cena” alla fine le scuse tipo ” andremo a comprare il
pane con i carrelli pieni di soldi” ” la colpa è del debito pubblico
che pesa sul culo dei nostri figli” ” un litro di benzina costerà
come farsi un viaggio sulla luna” ” lo spread aiuto!” sono carte
che hanno funzionato per un po’ e pure bene (pare) ma non le usa
più nessuno,neanche il piddino più demente. Ora così senza il
minimo di fantasia (anche gli artisti hanno periodi di calo) usano il
terrorismo e lo scontro di civiltà (perchè cmq sono evergreen
come sinatra e my way e quando non sai che pezzo mettere per fa
ballà qualcuno qualcosa dovrai pur mettere) così andremo avanti
ancora per un po’ tra un tweet di quel clone di silvio 2.0 e l altro
con la maglia che manco un capo della curva nord si mette, mentre
ci godiamo lo spettacolo qualcuno lavorerà per noi…. come dicono
i cciovani staytunned.

Pubblicato in CORRUZIONE, CRISI, EURO, EUROPA, ITALIA, POLITICA, SOVRANISMO, UE | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

LA BANALITA’ DEL BENE

Ci distinguiamo dagli animali per un semplice fatto accaduto un po’ di tempo fa; il nostro cervello è cambiato, si è evoluto. Questo ”dono” datoci dalla natura, o per chi crede, da Dio, ci ha dato la capacità di creare tante e tante cose, anche il male. Con i secoli abbiamo sviluppato tecniche sempre più sofisticate per schiacciare il prossimo con il minimo sforzo ma, il denaro ,le batte proprio tutte. Siamo diventati talmente bravi che, tra qualche tempo, cesseranno anche le guerre, troppo dispendiose, si perde tempo, troppo casino, troppe pedine da muovere. Qualche guerricciola ci sarà ancora per un po’, ma giusto per dar il tempo ai signori della guerra di ”diversificare” i loro investimenti, magari investiranno in pale eoliche, metti caso una ”bolla verde”. Grazie sempre al nostro meraviglioso cervello oggi siamo in grado di scrivere a un amico, vedere un film, comprare prodotti da cucina, sex toys e distruggere un paese con un semplice click, come dice la pubblicità! Mandi due e mail,clicchi quà, clicchi là, fai qualche milione di profitto decine di aziende chiudono, centinaia di padri di famiglia vanno a spasso e con loro la loro famiglia e tu hai fatto un bel gruzzolo. Le prime volte giustifichi te stesso dicendo che hai ottimizzato qualcosa di lento e dispendioso , dopo un po’ neanche ti giustifichi più. Sei soddisfatto e puoi andare a giocare a golf con un collega o sbatterti una puttana di lusso, che ti frega, hai i soldi. Niente di più facile, banale.

Ma,stando alla simmetria della natura, c’è anche il bene. Questo campo è un po’ più innaturale dovendo sopprimere quell’istinto insito in noi di selezione della specie. In poche parole dobbiamo prenderci cura del prossimo, fare squadra ,aiutarci e non è facile. Non è facile prendere il tutto come un dogma anche perchè difficilmente tutti lo capiranno o lo capiranno nelle parole ma non nei fatti, come diceva mia nonna ” i più cattivi li trovi in chiesa la domenica”.

Bisogna restare umani, andare oltre il nostro individualismo dando slancio alle idee che, probabilmente, sopravviveranno a noi stessi. Lanciarle contro quel muro di gomma, quella legge universale del pesce grande che mangia quello piccolo. Oggi neanche i preti parlano più così, si risulta patetici, si perde una fetta di pubblico vaccinato alla vita, quella vera.

Si risulta patetici se si predica con chi nella vita deve correre, galleggiare, imporsi, vincere. Discorsi stucchevoli. Le persone hanno smesso di guardare da tempo  il pendolo del bene e del male, non conta sapere più che ore sono se è giorno o notte. Il bene è diventato male e viceversa a seconda della necessità del momento.

Nel muoversi oltre sè stesso, con questo ideale romantico, la persona si unisce ad altre persone,insieme formano un gruppo e tracciano una linea. Altri gruppi si formeranno tracciando altre linee,ci saranno scontri e la probabilità è che tutto resti in equilibrio. Nel frangente in cui la linea viene tracciata nasce l’arte della complessità,la politica. Arte complessa perchè deve danzare sui due concetti più banali:il bene e il male. Non è facile costruire qualcosa di stratificato,complesso,laborioso,quando le fondamenta possono spostarsi.

E’ compito di quegli uomini tenere la barra dritta,RESISTERE al vento contrario, custodire dentro di loro quel concetto, anche se la stessa banalità li porterà giorno dopo giorno a occuparsi di cose estremamente pratiche tanto da allontanarli dalla linea.

Se periodicamente non si volteranno a guardare quella linea,ricordando il percorso intrapreso che li ha portati a quel punto, se lo dimenticheranno, se gli impegni, le ambizioni, le gioie, i drammi personali distrarranno troppo a lungo, quella linea verrà coperta dalla polvere e non verrà la cattiva politica perchè non ci sarà più nessuna politica.

Pubblicato in BENE, CORRUZIONE, CRISI, EURO, EUROPA, ITALIA, MALE, POLITICA, SOVRANISMO, UE | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

UN PAESE COOL

quindi,ricapitolando,questo paese dovrebbe essere salvato dalla stessa classe politica figlia di quei dinosauri che hanno messo il potere economico e non solo in mano a pochi rendendo questo paese una sorta di regno con tante casate…dal piccolo imprenditore del piccolo comune che sta ammanicato con tutti nella zona al grande banchiere milanese al notaio ebreo romano.Questa classe politica che non conosce meritocrazia perché i padri si son corciati le maniche e la meritocrazia l hanno ammazzata e buttata nel fiume.dobbiamo essere salvati da questi figli di papà con fratelli ”pecore nere” della famiglia perché essendo nati su un letto d oro non hanno capito bene il senso della vita e ..ogni tanto,qualcuno si butta da un ponte, qualcuno si fa le pere qualcun altro diventa responsabile immagine dell’azienda di famiglia sovvenzionata dallo stato per 100 anni e ora che i profitti non ci sono più delocalizzata con tanti saluti…dobbiamo essere salvati da questi qui che creano adepti su tutto il territorio…gente che parla come gordon gekko mentre ancora puzza di latte con il padre che gli mette sul piatto d argento un paio d aziende e,magari,un posticino in politica grazie all amico dell amico degli amici dell arcivescovo(di Costantinopoli);o adepti figli di operai che sapendo che partono da un handicap di meno mille devono essere ancora più figli di puttana per ottenere qualcosa…magari vendere la madre sarebbe una buona mossa per far colpo .Ma lo status è quello che conta,ciò che hai ,ciò che rappresenti non ciò che hai fatto ciò che hai svenduto .questa gente che parla di realtà mentre è vissuta in un acquario,parla di lavoro senza sapere cos è,parla di valori mentre son cresciuti in un ambiente che ti insegna a schiacciare il prossimo,perchè se tu sei più ricco un motivo ci sarà no?parlano di produttività pensando che si riferisca al fare più figli o semplicemente scopare di più.Dobbiamo essere salvati da una classe dirigente trovatasi li per volontà d altri senza cognizione del passato,senza capacità d organizzazione del presente e senza una prospettiva per il futuro..visto che il loro è già garantito.Dobbiamo essere salvati da questi qui messi li da qualcuno che s è impegnato per decenni a tenerli buoni fin da piccoli,cresciuti sani forti e vuoti come neanche sartre sarebbe riuscito a descrivere.Dobbiamo essere salvati da una classe politica che ci dice chiaramente che il male lo meritiamo e dobbiamo ringraziare se non viene di peggio (che puntualmente arriva da li a poco) dobbiamo accontentarci della carità oggi 80 euro (e solo chi non ha bisogno di questi soldi ne parla bene visto che il culo non è suo) tra un anno buoni pasto,dobbiamo sentire giornalisti filo governativi dire che bisogna insegnare ai propri figli e nipoti a vivere da poveri,mentre suo figlio stuadia all estero ,visto che l università italiana è ormai un parcheggio (abusivo) ,per tornare in italia con un cv decente per fare il dirigente o magari prendere il posto del padre come manco nell antica roma! dobbiamo essere salvati da questi qui che governano un popolo di vecchi che se ne strafrega del futuro visto che saranno morti da qui a breve,quei vecchi che sanno che per il nipote son cazzi ma cmq lasceranno a lui una buona eredità altro che riforme del lavoro e investimenti governativi!ci pensiamo noi per conto nostro ….insomma viviamo in un paese diviso tra vecchi,preti,figli di papà e radical chic…. e tutto questo è molto cool.
Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

IL POPULISMO

Le colpe più gravi della società economica in cui viviamo sono l’incapacità di assicurare una piena occupazione e la distribuzione arbitraria e iniqua della ricchezza e dei redditi.

J.M. Keynes

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

VIETATO VIETARE

“Oggi la libertà sessuale della maggioranza è in realtà una convenzione, un obbligo, un dovere sociale, un’ansia sociale, una caratteristica irrinunciabile della qualità di vita del consumatore”.

Pier Paolo Pasolini

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento